3 commenti


  • A me pare che la provocazione porti con sé molta verità. Con notevole sgomento, soprattutto negli ultimi anni, ho notato come abbiamo – tutti – sviluppato una specie di insana attrazione per quello che definirò genericamente il “brutto”: che sia una bruttura morale o fisica poco importa.
    Il tutto amplificato da una altrettanto insana passione per la condivisione ad ogni costo che acclara esattamente l’opposto e cioè il desiderio narcisistico di apparire. Il contrario di quella che dovrebbe essere una condivisione virtuosa e appagante,
    La colpa più grande è dei media, che da sempre fanno della spettacolarizzazione della quotidianità, anche quella che andrebbe solo sussurrata, un modo per guadagnare lettori e quindi risorse economiche. Eticamente è un aspetto che bisogna considerare con attenzione, perché ha risvolti anche non immediati importanti: il media più seguito e popolare potrà, proprio grazie all’usurpata autorevolezza ottenuta, raggiungere un numero di persone enorme e di conseguenza “venderci”, un domani, idee o prodotti che potranno essere definiti di successo solo perché un pubblico inconsapevole ne ha decretato ex ante l’ammissibilità o l’utilità.
    E poi io vedo troppi scatti angosciosi con protagonisti disciplinatamente disposti sui terzi come da regoletta per principianti al corso di fotografia.

    luglio 18, 2017
  • rossana

    Sono completamente d’accordo. La libertà finisce dove l’altro abusa di spazio non concesso.
    Ci sono tante belle cose a questo mondo basta solo uscire dal “coro” e avere “più cura di noi e dell’ altro”.
    Apriamo gli occhi e pensiamo con la nostra testa.

    luglio 18, 2017
  • Ermes

    Oltre alla responsabilità conclamata ed enorme dei media, io ci aggiungerei anche l’insana tendenza di un po tutti noi a prodigarsi nel cercare troppo di apparire anziché essere, perdendo di vista punti focali troppo importanti per far si che la società tenti di riscattarsi.
    Ad ogni modo, è uno di quei articoli che si spera lascino qualche scia dietro di se.

    luglio 20, 2017

Lascia un commento


Nome*

Email(non verrà pubblicata)*

Sito

Il tuo commento*

Invia un commento

Copyright © Dandelion by Pexeto